Chi è Venom?

Venom è un personaggio dei fumetti pubblicati da Marvel Comics, creato da David Michelinie e Todd McFarlane

Chi è Venom?
Venom è un personaggio dei fumetti pubblicati da Marvel Comics, creato da David Michelinie e Todd McFarlane. Questo simbionte alieno senziente ha una forma amorfa simile a un liquido ed è in grado di legarsi a un ospite umano, conferendogli poteri sovrumani. Venom è stato introdotto come un costume alieno vivente in The Amazing Spider-Man # 252 nel maggio 1984, ma ha fatto la sua prima apparizione completa come Venom in The Amazing Spider-Man # 300 nel maggio 1988.

Il primo ospite umano di Venom è stato Spider-Man stesso, che alla fine ha scoperto la natura malevola del simbionte e si è separato da esso. Successivamente, Eddie Brock è diventato il secondo e più noto ospite di Venom, creando così il personaggio Venom come lo conosciamo. All’inizio, Venom era considerato uno dei principali nemici di Spider-Man, ma nel corso del tempo, il personaggio ha evoluto una natura più antieroica, cercando di fare del bene e occasionalmente collaborando con l’Uomo Ragno.

Dopo Eddie Brock, altri personaggi hanno assunto il ruolo di Venom, tra cui Mac Gargan e Flash Thompson. Attualmente, il figlio biologico di Eddie Brock, Dylan, è l’ospite di Venom. Venom è anche il padre di vari altri simbionti, tra cui Carnage, il suo arcinemico.

Il personaggio di Venom è noto per essere uno dei cattivi più iconici dell’Universo Marvel ed è stato classificato tra i 100 più grandi cattivi e antieroi dei fumetti di tutti i tempi da IGN. Venom è stato protagonista di film cinematografici, tra cui “Venom” e il suo sequel “Venom – La furia di Carnage“.

Genesi del personaggio

La creazione del personaggio di Venom ha dato origine a una serie di controversie riguardanti i suoi veri creatori. Sebbene lo scrittore David Michelinie e il disegnatore Todd McFarlane siano generalmente accreditati come i principali creatori del personaggio, esistono discordie sulla paternità di Venom.

Le prime tracce del personaggio di Venom emergono all’interno della serie “Web of Spider-Man” nei numeri 18 (settembre 1986) e 24 (marzo 1987). Tuttavia, la sua prima apparizione parziale si verifica in “The Amazing Spider-Man” numero 298, ma la sua presentazione completa avviene nel numero successivo, il numero 299 (maggio 1988).

La controversia sulla creazione di Venom è diventata un argomento di dibattito nel 1993, quando lo scrittore Todd McFarlane ha scritto una lettera alla rivista specializzata Wizard, che aveva menzionato David Michelinie come co-creatore del personaggio nel numero 17 di gennaio 1993. Michelinie ha risposto alla lettera di McFarlane, contestando la sua versione e affermando che il personaggio non avrebbe ottenuto la popolarità che ha oggi senza il suo contributo. Michelinie ha sottolineato che l’idea del personaggio risale al numero 18 di Web of Spider-Man (settembre 1986), che lui stesso ha scritto e Marc Silvestri ha disegnato. In questa storia, il personaggio – inizialmente concepito come una donna legata al simbionte alieno – non viene mostrato ma ha un ruolo importante nell’intrigo. Nel numero 24 della stessa serie, scritto da Michelinie, sceneggiato da Len Kaminski e disegnato da Del Barras, il personaggio – ancora non visualizzato – è coinvolto in eventi chiave senza essere rivelato. Michelinie ha anche sottolineato che l’identità di Eddie Brock, la controparte umana di Venom, è stata sua creazione.

Le affermazioni di Michelinie trovano sostegno in altre fonti, come lo scrittore Peter David, che ha affermato che Michelinie gli aveva parlato dell’idea alla base del personaggio quando entrambi lavoravano su Spectacular Spider-Man. Peter David aveva scritto la saga del Mangia Peccati (Sin Eater), che ha contribuito a sviluppare la storia di Eddie Brock, molto prima che McFarlane iniziasse a disegnare Amazing Spider-Man.

La questione della co-creazione nei fumetti spesso si concentra sulla figura del disegnatore, poiché questi contribuisce alla progettazione visiva del personaggio e alla sua prima apparizione. Tuttavia, nel caso di Venom, il costume della prima apparizione non è stato progettato da McFarlane, e gli unici elementi che ha aggiunto alla sua rappresentazione sono stati i denti e la lingua. Erik Larsen, che ha preso il posto di McFarlane come disegnatore di Amazing Spider-Man, ha respinto le affermazioni di Michelinie, sostenendo che il personaggio era già stato creato, e che McFarlane aveva reso Venom attraente per il pubblico.

Indipendentemente da chi sia il vero creatore, Venom è stato creato sotto il contratto di lavoro per la Marvel Comics, quindi l’azienda detiene i diritti sul personaggio.

Chi è Venom

I Simbionti costituiscono una razza immaginaria di parassiti extraterrestri amorfi, e uno di loro ha dato origine al personaggio noto come Venom. Inizialmente, questo simbionte non condivideva la brutalità e la spietatezza dei suoi simili. Dopo la sua nascita, il simbionte annunciò alla sua specie la sua intenzione di formare un legame cooperativo con l’ospite umano, prendendo solo ciò di cui aveva bisogno per sopravvivere e offrendo in cambio le sue conoscenze e abilità. Inoltre, consentiva all’ospite di mantenere il pieno controllo del proprio corpo, a differenza degli altri simbionti che dominavano completamente l’ospite, privandolo della vitalità e, alla fine, uccidendolo. Questo comportamento insolito portò il simbionte a essere considerato pazzo e venne esiliato su Battleworld.

Durante le Guerre Segrete, un evento organizzato da un essere noto come l’Arcano, il simbionte fu rinchiuso su un pianeta che fungeva da campo di battaglia. L’Uomo Ragno, in cerca di un nuovo costume dopo aver rovinato il suo, entrò in una stanza contenente una macchina per replicare costumi e accidentalmente liberò il simbionte dalla sua prigionia. Il simbionte si unì a lui come se fosse un costume, potenziando notevolmente le abilità fisiche di Peter Parker. Con il simbionte, l’Uomo Ragno ottenne resistenza sovrumana, un fattore di guarigione più efficace, la capacità di generare tentacoli quando necessario e la capacità di produrre e sparare ragnatele senza bisogno dei suoi tradizionali lanciaragnatele. Questo nuovo costume lo rese virtualmente invincibile, e Peter lo indossò per il resto delle Guerre Segrete.

In seguito, l’Uomo Ragno ritornò sulla Terra portando con sé il simbionte. Scoprì nuove abilità del simbionte, come la capacità di trasformarsi in qualsiasi tipo di vestiario desiderato. Tuttavia, con il tempo, Peter iniziò a notare che il simbionte aveva un’influenza negativa su di lui. Il costume sembrava troppo “avanzato” e provocava un cambiamento nella sua personalità. Inoltre, Peter cominciò a sentirsi costantemente stanco poiché il simbionte lo spingeva a compiere azioni notturne mentre lui credeva di stare dormendo.

Peter Parker si rivolse a Reed Richards per avere un’analisi del suo costume, ma insieme scoprirono che il costume in realtà era un organismo vivente. Questo essere stava lentamente fondendo la sua identità con quella di Peter, prendendo il controllo dei suoi poteri e persino assumendo decisioni violente al suo posto. Si scoprì che il simbionte aveva una forte avversione per le onde sonore intense, quindi Peter si liberò del costume alieno usando un dispositivo ad ultrasuoni creato da Richards. Successivamente, intrappolò il simbionte in una campana di vetro.

Tuttavia, il simbionte riuscì a fuggire e cercò di riunirsi con Peter, assumendo temporaneamente l’aspetto del suo costume. Grazie alla fusione con la mente di Peter, il simbionte divenne immune al “senso di ragno” di Peter, che solitamente gli permetteva di riconoscere il pericolo.

Una volta scoperto il tradimento del simbionte, Peter intraprese una battaglia per liberarsene definitivamente. Si diresse verso il campanile di una chiesa, dove utilizzò i rintocchi delle campane per allontanare il simbionte da sé. Questo sforzo lo lasciò esausto e privo di sensi, ma il simbionte, come gesto di riconoscenza, lo portò in salvo prima di allontanarsi, consapevole di essere stato rifiutato.

Il simbionte trovò rifugio nella chiesa e poco dopo incontrò Eddie Brock, un giornalista che odiava profondamente l’Uomo Ragno. Brock lo accusava di avergli rovinato la vita e aveva persino contemplato il suicidio. Tuttavia, il simbionte si legò a lui, unendosi ai suoi sentimenti di odio verso l’Uomo Ragno. Questo legame permise al simbionte di essere completamente accettato da Eddie Brock.

L’odio profondo di Eddie Brock e la scoperta dei poteri concessi dal simbionte portarono alla creazione di Venom, un essere estremamente letale e, probabilmente, il nemico più implacabile e inesorabile mai affrontato da Spider-Man. L’aspetto di Venom era molto simile a quello di Spider-Man con il costume nero, ma con alcune differenze significative: aveva una bocca enorme con denti affilati, una lunga lingua, zampe artigliate al posto delle mani e una notevole massa muscolare.

Il carattere di Eddie Brock fu plasmato da un’infanzia e un’adolescenza molto difficili, segnate dalla morte della madre durante il parto e dall’atteggiamento freddo e distante del padre, Carl Brock. Eddie cercò disperatamente di guadagnare l’affetto e l’attenzione di suo padre, e dopo aver completato gli studi universitari, si trasferì a New York per intraprendere la carriera giornalistica, ottenendo un posto da reporter al Daily Bugle. Durante questo periodo, Eddie trovò l’amore in Anne Weying.

Nella sua ricerca del successo, Eddie credeva di aver finalmente ottenuto lo scoop della sua vita quando pensò di aver individuato il famigerato serial killer Mangiapeccati. Grazie ai suoi articoli, la sua fama crebbe, ma in realtà la notizia si rivelò falsa, poiché fu Spider-Man a catturare il vero Mangiapeccati. Questo evento portò al licenziamento di Eddie e alla perdita della sua reputazione. Anche suo padre, che si era riavvicinato a lui, lo abbandonò definitivamente. La situazione si aggravò ulteriormente quando sua moglie lo lasciò, lasciando Eddie nel disperato bisogno di qualcuno su cui scaricare la sua rabbia e frustrazione. Iniziò a nutrire un profondo risentimento verso la società che lo aveva rifiutato e, soprattutto, verso Spider-Man, colpevole di aver smascherato la sua notizia falsa. Questi sentimenti negativi contribuirono alla nascita di Venom, un nemico implacabile per il nostro amichevole quartiere Spider-Man.

Eddie Brock, legato in modo indissolubile al simbionte, subì un’evoluzione verso una personalità più violenta e sanguinaria, alimentata dall’odio nei confronti dell’Uomo Ragno. Questa connessione portò Brock a rinforzarsi fisicamente, ma anche a scoprire segreti pericolosi, come l’identità segreta di Peter Parker, mettendo in pericolo la vita del supereroe e dei suoi cari. La sua ossessione per l’Uomo Ragno culminò in uno scontro che vide Venom sconfitto e arrestato.

Nonostante l’arresto, le autorità non riuscirono a separare Brock dal simbionte, consentendo a quest’ultimo di liberarsi camuffandosi da guardia e fuggire. Brock, ora più potente che mai, sviluppò una morale distorta, usando gli articoli diffamatori sull’Uomo Ragno come giustificazione per il suo odio.

Durante un confronto successivo con l’Uomo Ragno, Venom fu attaccato da Styx, mettendo a rischio la sua stessa esistenza. Ristabilitosi, il simbionte cercò Brock in prigione e si riunì a lui. Durante la loro fuga, un frammento del simbionte si staccò, fondendosi con il corpo di Cletus Kassady, creando così Carnage, una versione ancora più malvagia e potente di Venom.

Venom, guidato da un codice morale distorto, assunse il ruolo di “protettore” infliggendo punizioni estreme ai criminali. Dopo alcuni anni, Brock, malato di cancro terminale, decise di vendere il simbionte in un’asta criminale. Il nuovo ospite, Don Fortunato, sperava che suo figlio Angelo diventasse finalmente un uomo con il potere del costume alieno. Tuttavia, il piano fallì e Angelo perse la vita, spingendo Venom a disconoscere il suo ospite.

Successivamente, Mac Gargan, lo Scorpione, divenne il nuovo ospite di Venom. Quando Eddie guarì dal cancro grazie ai poteri di Mister Negativo, si trasformò nell’Anti-Venom, una creatura dai colori opposti, intenzionata a liberare il mondo da Venom. In uno scontro successivo, Venom riuscì a sfuggire a Eddie, impedendogli di portare a termine il suo intento, e il simbionte fu separato da Mac Gargan.

Poteri e abilità

Quando è senza un ospite, il simbionte può cambiare la forma del suo corpo liquido come vuole, allungandosi e deformandosi. Può anche accedere alle memorie delle persone e di altri simbionti toccandoli, e può percepire mentalmente i suoi discendenti, comunicare telepaticamente con simili e fondersi con loro.

Quando il simbionte trova un ospite con cui legarsi, inizia la simbiosi: unisce le menti e i ricordi dei due organismi, creando Venom. Il simbionte dota Venom di una forza, resistenza, velocità, riflessi e agilità sovrumane, simili a quelle di Spider-Man. Questa creatura ha la forza sufficiente per sollevare fino a 70 tonnellate.

Venom diventa completamente immune a qualsiasi tipo di tossina e all’invecchiamento, estremamente resistente agli attacchi telepatici e può sopravvivere anche senza ossigeno. Ha anche un potente fattore di guarigione e può cambiare la forma del suo corpo simbiotico come vuole, persino diventare completamente invisibile.

Può generare grandi quantità di materia del simbionte ed è dotato di una visione notturna eccellente, artigli affilati, denti aguzzi e una lunga lingua prensile.

Se l’ospite ha una malattia, il simbionte ne controlla i sintomi durante la loro unione, anche se talvolta può causare effetti collaterali psichici. Se l’ospite ha particolari caratteristiche psicologiche, queste porteranno a mutazioni nel simbionte, donando a Venom abilità specifiche.

Poiché è un parassita, il simbionte può accedere al codice genetico dell’ospite, adattando automaticamente le sue capacità e replicando tutto questo negli ospiti successivi.

Ha anche acquisito alcuni poteri di Parker: ora è immune al Senso di Ragno e può trasmettere questa immunità a Venom, oltre a poter aderire a qualsiasi superficie solida tramite i palmi delle mani e i piedi, e lanciare ragnatele dai dorsi delle mani. Ha anche sviluppato il suo Senso di Ragno e la capacità di percepire psichicamente Peter.

Dopo essere stato purificato dalla sua sete di sangue, il simbionte può assumere autonomamente una forma umanoide completa per circa 12 ore terrestri dopo aver lasciato un ospite. Ora può anche comunicare telepaticamente con Cosmo e connettersi alla mente collettiva dei Klyntar, grazie alla sua purificazione.

Gli ospiti
Peter Parker (Spider-Man)

Peter Parker, meglio noto come Spider-Man, è uno degli ospiti del simbionte. Dotato di una forza sovrumana, agilità spiccata e il famoso “senso di ragno” che gli conferisce una percezione avanzata dei pericoli imminenti, Spider-Man è un combattente eccezionale. La sua unione con il simbionte, che formò Venom, ha portato a una creatura straordinariamente potente. Nonostante la separazione successiva, l’influenza del simbionte ha lasciato un’impronta significativa nella storia di Spider-Man.

Eddie Brock (Venom)

Eddie Brock è il più noto tra gli esseri umani ad aver formato una simbiosi con il simbionte, dando vita a Venom. Brock, dotato di una forza eccezionale paragonabile a quella di un campione olimpico, è anche abile nel combattimento corpo a corpo e nell’utilizzo di armi da fuoco, essendo un esperto reporter. La simbiosi con il simbionte non solo ha amplificato la sua forza, ma ha anche avuto un impatto sulla sua salute mentale. La storia di Venom è caratterizzata da una lotta tra la forza sovrumana e gli effetti sulla psiche di Brock.

MacDonald Gargan (Scorpione)

Il supercriminale noto come Scorpione è stato un altro ospite del simbionte. Gargan, dopo essere stato sottoposto a un esperimento genetico, ha acquisito forza sovrumana, resistenza, agilità e riflessi proporzionali a quelli di uno scorpione. La sua simbiosi con il simbionte ha amplificato ulteriormente le sue capacità, rendendolo più forte dell’Uomo Ragno. La storia di Gargan come Venom è caratterizzata dalla sua peculiare psiche, che ha influenzato le abilità del simbionte.

Flash Thompson (Agente Venom)

Il veterano Flash Thompson ha avuto una fase in cui è stato legato al simbionte, creando l’Agente Venom. Inizialmente in grado di controllare la simbiosi tramite medicinali, la connessione divenne permanente. Flash, abile nel combattimento e nell’uso di armi da fuoco, ha ottenuto dal simbionte un paio di gambe robuste per sostituire quelle perse. La storia di Flash come Agente Venom ha incluso il suo sforzo nel purificare il simbionte dalla sua natura aggressiva.

Lee Price

Lee Price è l’ospite più recente del simbionte. Con una straordinaria forza di volontà derivante dai suoi addestramenti nell’esercito, Price è resistente agli attacchi telepatici e può dominare la coscienza del simbionte. Abile nel combattimento e nella tattica, il suo Venom ha anche la capacità di emettere una potente tossina. La storia di Lee Price è caratterizzata dalla sua relazione complessa con il simbionte e dai suoi poteri unici. Recentemente, è stato separato dal simbionte e si è riunito a Eddie Brock.

Cicli di storie e crossover
Civil War

In pieno clima di guerra civile tra i supereroi, Venom, sotto la guida di Mac Gargan, si schiera a favore dell’Atto di Registrazione. Entra a far parte dei Thunderbolts, una versione letale creata da Iron Man con l’obiettivo di catturare i ribelli supereroi che si oppongono al registro governativo. Questo cambio di schieramento gli conferisce una sorta di “riscatto” agli occhi del pubblico, ora visto come un eroe e non più come un criminale.

Nel corso di questa trama, Venom, ora al fianco di Toxin, affronta Capitan America durante una missione dei Thunderbolts contro i ribelli. La sua lotta si conclude con la sconfitta da parte dei ribelli, ma Venom decide di rimanere nei Thunderbolts. La sua instabilità, tuttavia, lo rende estraneo al gruppo, spesso disobbedisce agli ordini di Stark e agisce secondo la sua volontà. Si imbatte anche in Namor, apparentemente colpevole di atti terroristici, e riesce a sconfiggerlo in un combattimento astuto, ma alla fine è Namor a prevalere, strappandogli la lingua, un colpo che Venom rigenererà successivamente.

Dark Reign: Oscuri Vendicatori

Successivamente, Mac Gargan assume il ruolo di Uomo Ragno in una fase chiamata “Dark Reign“, in cui Norman Osborn guida una nuova formazione di supereroi chiamati Oscuri Vendicatori. Attraverso l’assunzione di un composto chimico che altera le dimensioni del simbionte e ne maschera alcune caratteristiche, Venom ottiene un aspetto più umano. Questa trasformazione lo pone al servizio del governo in una squadra di Vendicatori dalle intenzioni oscure sotto il comando di Norman Osborn, delineando una nuova fase nella complessa storia di Venom.

L’ultima tentazione di Eddie Brock

Dopo un altro drammatico tentativo di suicidio, Eddie Brock si ritrova ricoverato in ospedale, affrontando le conseguenze del suo stato emotivo. Durante la debolezza fisica, è tormentato da visioni del simbionte, una creatura che gli è stata procurata dalla malattia, e che ora sembra spingerlo verso l’oscurità. In particolare, la visione lo spinge a concepire l’idea di uccidere May Parker, che casualmente è anche lei ricoverata nella stessa struttura ospedaliera. Nonostante questa tentazione inquietante, Brock trova la forza di resistere alla volontà malevola del simbionte e decide di non compiere l’atroce gesto contro la zia di Peter.

Tuttavia, la battaglia interiore di Eddie non si ferma qui. Ancora in preda alla disperazione, tenta di affrontare il suo dolore estremo gettandosi da una finestra, cercando la liberazione definitiva. Fortunatamente, il destino gli riserva un inaspettato salvatore: l’Uomo Ragno interviene, impedendo il tragico atto e offrendo a Eddie una possibilità di redenzione. In questo momento cruciale, la lotta tra la sofferenza e la speranza si svela nella vita tumultuosa di Eddie Brock, rimarcando la complessità dei suoi tormenti interiori.

Flash Thompson e Spider Island

Il simbionte crea un insolito legame con Flash Thompson, un ex presidente del fan club dell’Uomo Ragno e veterano di guerra. In una missione eroica, Flash decide di sacrificare le proprie gambe per salvare i compagni da un attacco terroristico. Tornato a New York, diventa il candidato ideale per il progetto Rinascita, che mira a creare un nuovo tipo di soldato attraverso l’innesto temporaneo del simbionte, rendendolo un agente superumano mutaforma.

Accettando l’offerta, Flash diventa il nuovo Venom, un agente con la capacità di trasformare gli arti in strumenti utili e cambiare aspetto. Sottoposto a trattamenti sonici per mantenere il controllo, riesce a gestire il simbionte per un periodo limitato di 48 ore. Tuttavia, superato questo limite, inizia il processo di simbiosi che lo affligge in modo simile a Eddie Brock, il precedente ospite del simbionte.

Dopo aver completato diverse missioni, comprese alcune nella Terra Selvaggia e in Europa contro il nuovo Jack Lanterna, Flash viene inviato a New York. Qui, si trova a fronteggiare un’epidemia che conferisce poteri ragneschi alla popolazione. Durante queste operazioni, sconfigge il Re Ragno, uno degli alleati dello Sciacallo, e lo porta in una base militare sui monti Catskill. Tuttavia, si ritrova accidentalmente intrappolato quando ragni infetti fuoriescono dalla prigione, minacciando la base.

Nonostante sia separato temporaneamente dal simbionte a causa del trattamento sonico, Flash mette in atto un eroico sforzo, riuscendo a contenere i ragni e a rinchiudere il Re Ragno. Nel frattempo, il simbionte, ora libero, prende il controllo di un cane addestrato per raggiungere il suo ospite.

Riunitosi con Flash, Venom si scontra con il Re Ragno. Nel frattempo, gli scienziati della base scoprono che il prigioniero è in realtà Capitan America e ordinano a Venom di catturarlo. Dopo aver mimetizzato la sua forma per assomigliare al Re Ragno, Venom si infiltra nella base dello Sciacallo. Insieme a un fittamente curato Capitan America, affronta la vera mente dietro Spider Island, la Regina, trasformata in un ragno gigante. Partecipa poi alla battaglia finale contro la Regina e affronta Hijacker, un criminale che seminava il caos nella confusa New York, giungendo a ucciderlo in un violento scontro.

Il Circolo dei Quattro

Capitan America, temendo la pericolosità del Progetto Rinascita, decide di chiuderlo. Flash, in fuga con il simbionte, si rifugia a Las Vegas, dove affronta Hulk Rosso. Quest’ultimo lo considera un disertore e vuole strappargli Venom. Tuttavia, il loro scontro viene interrotto da Cuore Nero, il figlio del diavolo, che utilizza la nuova Ghost Rider per portare l’Inferno sulla Terra. Nonostante l’intervento di Dottor Strange e Daimon Hellstrom, Las Vegas viene invasa dagli inferi.

Venom, Hulk, Ghost Rider e X-23 uniscono le forze per affrontare il demone. Pur combattendo con coraggio, i quattro vengono uccisi e finiscono all’Inferno. Mefisto, il diavolo, offre loro una seconda chance per salvare la Terra, a patto che in futuro gli rendano un favore. Pur malvolentieri, gli antieroi accettano. Sfruttando una fusione delle capacità di Venom, Hulk e Ghost, riescono a sconfiggere Cuore Nero.

Capitan America, convinto della bontà di Flash, decide di lasciargli il simbionte e di farlo entrare nei Vendicatori Segreti. Giant-Man e la Bestia limitano il simbionte per evitare che prenda il controllo di Flash.

L’Ora più buia

Nell’Ora più buia, Superior Spider-Man, la mente del Dottor Octopus nel corpo di Peter Parker, riesce a sottrarre il simbionte a Flash Thompson. Tornato in simbiosi con il corpo di Spider-Man, il simbionte viene nuovamente liberato dagli interventi dei Vendicatori, ritornando da Thompson e formando di nuovo l’Agente Venom.

Discendenza
Carnage

Venom ha dato origine a una serie di discendenti e nuove generazioni di simbionti. Uno dei più noti è Carnage, il simbionte di Cletus Kasady, un pericoloso assassino seriale. Kasady è stato compagno di cella di Eddie Brock (l’ospite originale di Venom) e ha avuto un incontro fatale con un simbionte che era stato partorito da Venom. I simbionti alieni si riproducono in modo asessuato, e quindi, da Venom è nato il simbionte Carnage. Tuttavia, Kasady è riuscito a prendere completamente il controllo del simbionte, dominandone la volontà e rendendolo ancora più pericoloso.

Inoltre, altri discendenti di Venom sono emersi da un esperimento condotto da Roland Treece, un ricco magnate. Treece ha intrappolato Venom e ha estratto parti del simbionte per crearne di nuovi, che sono stati chiamati Venomiti. Questi simbionti sono stati poi impiantati in giovani individui che si sono prestati all’esperimento per ospitare i discendenti di Venom nei loro corpi. Tuttavia, i Venomiti sono difficili da controllare e hanno esercitato una forte influenza sui loro ospitanti. Questi nuovi simbionti, come Venom, non cercavano di consumare completamente l’energia vitale dei loro ospitanti, ma la loro influenza era molto più potente rispetto a quella del simbionte Venom su Eddie Brock.

Venomiti

Tra i Venomiti noti, si distingue Scream, una giovane donna che ha persino affrontato Spider-Man. Tuttavia, a causa dell’influenza psicotica del suo simbionte, Scream ha ucciso i suoi compagni Venomiti. Ciò che non sapeva è che i simbionti dei compagni morti si sono uniti a Scott Washington, creando il simbionte noto come Hybrid. I Venomiti conosciuti includono Scream, Hybrid, Phage, Riot, Lasher, Agony e Scorn.

In seguito, Phage, Lasher, Agony e Riot sono stati utilizzati come armi dalla Squadra Speciale Alfa, al servizio del governo. Tuttavia, i simbionti sono stati ostacolati nel formare un legame stabile con i loro utilizzatori. Questi eventi hanno contribuito a espandere il mondo dei simbionti e a creare nuove storie e personaggi nel mondo dei fumetti Marvel.

Toxin

Toxin è stato il terzo simbionte ad apparire, dopo Venom e Carnage. È stato considerato un alleato dall’Uomo Ragno ed è stato legato a Patrick Mulligan, un poliziotto a cui Carnage ha trasferito il simbionte che aveva generato. Nonostante il costume simbiotico avesse inclinazioni violente, Toxin ha cercato di agire come un supereroe, lottando contro il male. Dopo la morte di Pat, il signor Li ha unito Eddie Brock a Toxin.

She-Venom

She-Venom è stata un’altra incarnazione del simbionte, questa volta al femminile, legata ad Anne Weying Brock, l’ex moglie di Eddie Brock. Anche lei era molto potente, ma alla fine perse la ragione e si suicidò. Successivamente, Patricia Robertson prese il suo posto grazie a un clone del simbionte.

Durante il tentativo di cattura di Eddie Brock da parte dello S.H.I.E.L.D., Nick Fury e i suoi agenti furono attaccati da una nuova versione del simbionte alieno, controllato da Patricia Robertson a distanza. Dopo la fuga, il nuovo Venom iniziò a possedere diverse persone, arrivando persino a controllare Wolverine. Successivamente, i Venom controllati da Eddie Brock e da Patricia si scontrarono per i loro diversi obiettivi: Eddie voleva unirsi al nuovo Venom per aumentare la sua potenza, mentre Patricia voleva distruggere il vecchio Venom per permettere al nuovo di compiere una missione specifica. A differenza del vecchio Venom, quello nuovo era di colore grigio.

Altre versioni
Mangaverse

Nel Marvel Mangaverse, la storia di Venom è stata cambiata completamente. In questa versione, Venom non è un simbionte alieno ma una creatura legata a un amuleto con origini mistiche. È il cugino di Peter Parker e ha causato la morte dello zio Ben.

Ultimate

Nell’Universo Ultimate, Venom non ha origini aliene. È un costume creato in laboratorio dai genitori di Eddie Brock e Peter Parker. Era stato progettato come cura per il cancro, ma è rimasto allo stadio liquido. Dopo uno scontro con Spider-Man, si presume che sia ancora vivo nonostante sia stato colpito dalla polizia. Successivamente, si scopre che è ancora ossessionato dalla ricerca di Peter Parker. Dopo uno scontro con Gwen Stacy, si trasforma in una versione ingigantita del vecchio Venom, più forte che mai, e scappa senza lasciare tracce, ma si suppone che sia ancora in vita.

Marvel vs DC

In uno scontro tra Marvel e DC, Venom si trova ad affrontare Batman, Flash e Quicksilver per un breve periodo. Successivamente, combatte contro Superman dopo aver sconfitto Spider-Man. Inoltre, in una delle carte commercializzate per il crossover, viene messo di fronte a Lobo.

Deadpool kills the Marvel universe

Nella saga chiamata “Deadpool uccide l’universo Marvel“, Deadpool scopre di essere parte di un fumetto e decide di eliminare tutti i personaggi dell’universo Marvel. In questa storia, si vede Venom schiacciato su una campana e quindi ucciso.

Marvel 2099

Nel futuro immaginario del 2099 nell’universo Marvel, il nuovo Venom è Kron Stone, un bullo che gode nel causare dolore agli altri. È lui il responsabile della tragedia che colpisce la famiglia di Jake Gallows. Quest’ultimo diventa il Punitore 2099 e infligge a Kron una ferita mortale con un coltello, abbandonandolo in una fogna. È lì che il simbionte trova Kron e lo salva fondendosi con lui. In questa linea temporale, il simbionte ha sviluppato nuove abilità, come la capacità di produrre sangue e saliva corrosivi.

Hail Hydra (Secret Wars)

In un universo alternativo chiamato “Hail Hydra” durante le Secret Wars, Edward Brock jr. diventa parte della polizia dell’Hydra dopo essersi unito a una creatura creata da loro stessi, Venom.