Chi è Captain Marvel?

Il nome “Capitan Marvel” si riferisce a diversi personaggi supereroi nei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics

Captain Marvel
Il nome “Capitan Marvel” si riferisce a diversi personaggi supereroi nei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics. Il primo e più celebre di questi è Mar-Vell, il quale è stato creato da Stan Lee e Gene Colan nel 1967.

Mar-Vell

Mar-Vell è un personaggio leggendario all’interno dell’universo Marvel, la cui prima apparizione avviene nel dicembre 1967, nel numero 12 di “Marvel Super-Heroes“. La sua introduzione in Italia avviene nell’ottobre 1971, nel numero 15 di “Fantastici 4“.

Mar-Vell è un ufficiale militare alieno, il Capitano della Milizia imperiale Kree, giunto sulla Terra inizialmente con l’intento di spiare il nostro pianeta. Tuttavia, la sua esperienza sulla Terra lo porta a comprendere le intenzioni malvagie dei suoi superiori Kree, e decide di allearsi con gli esseri umani. Questa scelta lo pone in contrasto con la sua stessa razza, che lo considera un traditore. Da quel momento in poi, Mar-Vell si impegna a difendere la Terra da ogni sorta di minaccia, sia aliena che non.

In un secondo momento, il personaggio di Mar-Vell subisce una ridefinizione da parte di Roy Thomas e Gil Kane. Viene esiliato nella Zona Negativa dall’Intelligenza Suprema dei Kree. L’unico modo che ha per fare ritorno temporaneamente sulla Terra è tramite uno scambio di atomi con Rick Jones, un umano, grazie a speciali braccialetti chiamati Nega-Bande. Durante questo periodo, acquisisce superpoteri e il suo tradizionale costume Kree viene sostituito da uno nuovo dai colori rosso e blu.

Successivamente, Jim Starlin riprende il personaggio e lo trasforma in un campione cosmico, designato dall’entità cosmica conosciuta come Eon come “Protettore dell’Universo“, Insieme a Rick Jones, Mar-Vell continua la sua lotta contro il male e affronta minacce cosmiche, tra cui il temibile Thanos, un adoratore della Morte. Durante questo periodo, Mar-Vell sviluppa una relazione con Elysius, una Titaniana.

La carriera di Mar-Vell giunge a una tragica conclusione quando sviluppa un cancro inoperabile, causato dall’esposizione a un gas nervino durante una battaglia con l’antagonista Nitro. Il suo decesso avviene su Titano, di fronte agli occhi di numerosi supereroi dell’universo Marvel. La sua morte rappresenta uno dei momenti più significativi nella storia dei fumetti Marvel.

Monica Rambeau

Monica Rambeau è un personaggio dei fumetti che ha fatto la sua prima apparizione nella serie originale “Amazing Spider-Man Annual” n. 16 nel 1982. In Italia, è apparsa per la prima volta su “L’Uomo Ragno” n. 21, nella terza serie, nel febbraio 1990.

Monica Rambeau è nota come il secondo Capitan Marvel. Era una sergente della Guardia Costiera di New Orleans con la capacità straordinaria di trasformarsi in diverse forme di energia. Tuttavia, in seguito, i suoi poteri subirono una modifica, impedendole di trasformarsi in energia ma permettendole di generare potenti campi di forza. Durante la sua carriera, è diventata un membro dei Vendicatori e ha addirittura assunto il ruolo di leader del gruppo per un certo periodo. In un secondo momento, ha adottato il nome di “Photon” come suo soprannome, che ha utilizzato per un periodo prolungato. Successivamente, quando Genis-Vell ha cominciato a utilizzare lo stesso nome, Monica ha scelto di farsi chiamare “Pulsar“.

In un’altra fase della sua storia, Monica ha fatto parte di un’organizzazione chiamata H.A.T.E. (Highest Anti-Terrorism Effort), che potremmo tradurre come “Più Alta Iniziativa Anti-Terrorismo“. Questa avventura è stata raccontata nella serie denominata “Nextwave“. In questa storia, il gruppo è stato creato con l’obiettivo di combattere armi bizzarre di distruzione di massa. Il team comprendeva diversi membri, tra cui Pulsar, il “Capitano“, Boom Boom, Aaron Stack ed Elsa Bloodstone.

Genis-Vell

Genis-Vell è il terzo individuo a portare il nome di Capitan Marvel nell’universo Marvel. La sua prima apparizione avviene nel numero 6 di Silver Surfer Annual nel dicembre 1993, mentre in Italia appare per la prima volta nella serie Silver Surfer nel numero 6 nell’ottobre 1995.

Genis-Vell è il risultato di un esperimento di fecondazione in provetta, creato utilizzando le cellule rimaste del suo defunto padre, Mar-Vell, il Capitan Marvel originale, e di Elysius. Anche se somiglia fisicamente a suo padre, le loro personalità sono molto diverse. Come suo padre, Genis indossa le Nega-Bande e possiede la Conoscenza Cosmica, che gli conferisce una comprensione profonda dell’universo.

Inizialmente, Genis-Vell combatte al fianco di Rick Jones, con il quale non ha un rapporto facile all’inizio, ma col tempo sviluppano una solida amicizia. Tuttavia, Genis alla fine perde la ragione e cerca di distruggere l’intero universo.

Dopo un periodo di turbamento mentale, Genis-Vell si suicida ma riesce a resuscitare da solo. Successivamente, si unisce ai Thunderbolts sotto il nome di Photon. Tuttavia, il suo ritorno alla vita ha causato uno squilibrio nell’universo, e il Barone Zemo, per cercare di correggere la situazione, lega Genis al termine del tempo, causando danni irreparabili all’universo stesso. Per proteggere l’universo e fermare il suo degrado, il Barone Zemo è costretto a uccidere Photon e a disperdere i suoi frammenti attraverso il tempo e la dimensione Darkforce.

Phyla-Vell

Phyla-Vell è un personaggio dei fumetti Marvel, apparsa per la prima volta come Phyla-Vell in Captain Marvel (Vol. 5) n. 16 nel gennaio 2004 e successivamente come Capitan Marvel in Captain Marvel (Vol. 5) n. 17 nel febbraio 2004.

Nel mondo editoriale italiano, Phyla-Vell è apparsa per la prima volta in Marvel Crossover n. 44 – Annihilation 1 nel febbraio 2007.

Il suo ingresso nella trama avviene nel contesto del crossover “Annihilation“, in cui si unisce al Fronte Unito Nova con l’obiettivo di fermare il potentissimo Annihilus. Durante gli eventi di “Realm of Kings“,il personaggio viene tragicamente ucciso da un rinato Thanos.

Phyla-Vell possiede una serie di poteri sovrumani, tra cui una forza eccezionale, la capacità di sparare raffiche di energia, il volo e l’abilità di assorbire l’energia e utilizzarla come arma. Inoltre, è nota per possedere la Conoscenza Carnale, un dono che le conferisce una conoscenza innata delle situazioni e un’elevata abilità nel combattimento. Erede delle potenti Bande Quantiche precedentemente appartenute all’ex Vendicatore Quasar, Wendell Elvis Vaughn.

Phyla-Vell è lesbica e ha una relazione sentimentale con il personaggio di Dragoluna, aggiungendo una rappresentazione diversificata all’interno del mondo dei supereroi.

Noh-Varr

Noh-Varr, il nuovo Capitan Marvel, è un soldato-ingegnere Kree proveniente da una dimensione parallela, la Terra-616, quella della continuity principale dell’Universo Marvel. La sua missione interdimensionale lo ha portato a esplorare innumerevoli realtà alternative prima che la sua nave, destinata ai viaggi tra dimensioni, avesse un guasto, intrappolandolo sulla Terra dei supereroi Marvel. Durante questo incidente, perde il resto dell’equipaggio e si ritrova impossibilitato a fare ritorno nel suo Universo d’origine.

La sua presenza sulla Terra attira l’attenzione del Dottor Midas, desideroso di catturarlo per appropriarsi della tecnologia avanzata Kree. Noh-Varr, nonostante riesca a sconfiggerlo, perde la fiducia nella razza umana e le dichiara guerra. Tuttavia, durante l’invasione Skrull, decide di schierarsi con gli abitanti terrestri e combattere contro i suoi storici nemici dell’Impero Skrull. Un contatto con uno Skrull che credeva di essere Mar-Vell contribuisce alla sua decisione di difendere la Terra.

Per il suo coraggio in battaglia, Norman Osborn lo integra nella sua formazione di Vendicatori, assegnandogli il titolo di Capitan Marvel in onore del suo predecessore. Tuttavia, Noh-Varr si rende presto conto della malvagità dei piani di questo gruppo di Vendicatori e decide di abbandonarli. Il leader, Norman Osborn, lo invia contro Sentry, e i due si scontrano in battaglia, ma Noh-Varr riesce a fuggire.

Per comprendere il suo ruolo sulla Terra, contatta la Suprema Intelligenza Kree di questa dimensione. Gli viene affidato il ruolo di successore di Mar-Vell, il primo Capitan Marvel, come Ruhi-Tugu della Terra, ovvero il protettore del nostro pianeta. Per supportarlo in questa missione, gli vengono fornite delle nega-bande tecnicamente avanzate rispetto a quelle di Mar-Vell e un nuovo costume che gli consente di controllare in modo più efficace i superpoteri generati dalla tecnologia Kree. È così che nasce il nuovo Capitan Marvel.

Carol Danvers

Nel mese di giugno del 2012, Carol Danvers, precedentemente conosciuta come la prima Ms. Marvel, un’eroina nata come controparte femminile del primo Capitano, ha intrapreso un nuovo capitolo della sua storia assumendo l’identità di Capitan Marvel. Questa trasformazione è avvenuta all’interno di una nuovissima serie regolare scritta dalla talentuosa Kelly Sue DeConnick e illustrata da Dexter Soy.

All’interno di questa ottava collana Marvel intitolata “Captain Marvel“, Carol sfoggia un nuovo costume, un connubio ispirato sia al suo precedente abito che al classico costume del supereroe originale Kree. Gli autori, con grande attenzione, hanno progettato questa serie per concentrarsi sul significato profondo che la leggenda di Capitan Marvel ha per Carol Danvers. L’attenzione si focalizza anche sull’impatto che la sua decisione di impersonare il vecchio eroe può avere nell’intero Universo Marvel.

In questo nuovo percorso, Carol Danvers, ora Capitan Marvel, si trova a esplorare la sua identità ereditata e il peso delle aspettative che accompagnano il nome che ha scelto di portare. La serie si propone di offrire una prospettiva approfondita sui motivi che hanno spinto Carol a abbracciare questo nuovo ruolo e su come tale decisione influenzi il vasto panorama dell’Universo Marvel.

Versione Ultimate

Nella Terra 1610, comunemente nota come Ultimate, si delinea una versione alternativa dell’eroe Kree originale, Mar-Vell.

La sua comparsa avviene nella miniserie composta da quattro numeri intitolata “Il Segreto” (Ultimate Secret), i cui numeri 17-18-19-20 sono stati pubblicati nella serie Ultimates tra ottobre 2005 e febbraio 2006 sotto l’egida di Panini Comics. Questo evento è seguito da un’altra miniserie intitolata “Estinzione” (Ultimate Extinction), pubblicata nei numeri 23-24-25 di Ultimates tra luglio 2006 e novembre 2006 sempre grazie a Panini Comics. In queste storie, la versione Ultimate di Mar-Vell si svela, offrendo un’interpretazione alternativa di questo iconico personaggio.