Nippon TV acquisisce la maggioranza delle azioni dello Studio Ghibli

La società televisiva giapponese Nippon TV (NTV) ha annunciato di aver acquisito il 42,3% delle azioni dello Studio Ghibli

Nippon TV acquisisce la maggioranza delle azioni dello Studio Ghibli
La società televisiva giapponese Nippon TV (NTV) ha annunciato di aver acquisito il 42,3% delle azioni dello Studio Ghibli, trasformandosi così nell’azionista di maggioranza.

L’annuncio è giunto durante una conferenza stampa congiunta tra il direttore rappresentativo e operativo di Nippon TV, Yoshikuni Sugiyama, e il presidente e co-fondatore di Ghibli, Toshio Suzuki. Entrambi hanno condiviso i dettagli dell’acquisizione, sottolineando che questa decisione è stata motivata dalla ricerca di un “successore” per il futuro dello studio. Hayao Miyazaki, il celebre regista premio Oscar, ha 82 anni, mentre Suzuki ha 75 anni. Nonostante le richieste, il figlio di Miyazaki, Goro Miyazaki, non è stato considerato come successore, e questa ricerca di una nuova leadership ha portato NTV a entrare in trattative per l’acquisizione fin dallo scorso anno.

La relazione tra Ghibli e NTV ha radici profonde, risalendo alla messa in onda di “Nausicaä della Valle del Vento” nel 1985, all’interno del blocco di programmazione “Kinyō Roadshow” di NTV. Da allora, i film di Miyazaki sono stati trasmessi regolarmente su NTV, e la stessa rete ha ospitato il sito web ufficiale di Ghibli per un lungo periodo.

Per comprendere appieno l’importanza di questa acquisizione, è essenziale guardare al profilo di Nippon Television Holdings. Questa azienda è una controllata quotata in borsa di The Yomiuri Shimbun Holdings, il più grande conglomerato mediatico giapponese per fatturato, seconda solo a Sony. Nippon Television Holdings è parte integrante del principale braccio televisivo di Yomiuri, e possiede anche Hulu Japan, precedentemente parte del servizio di streaming americano Hulu.

Nippon Television Holdings ha dimostrato una forte spinta all’innovazione, espandendo le sue attività nei servizi di streaming e nell’intelligenza artificiale per comprendere meglio le preferenze degli spettatori. L’acquisizione di Studio Ghibli segna un nuovo capitolo nell’evoluzione dell’azienda, aprendo la strada a potenziali sinergie tra due giganti del settore.