È morto Mark D. Bright, disegnatore di Iron Man e Lanterna Verde

E’ morto all’età di 68 anni il disegnatore americano Mark D. “M.D.” Bright, noto soprattutto per le sue collaborazioni con Marvel e DC Comics fra gli anni Ottanta e Novanta

È morto Mark D. Bright, disegnatore di Iron Man e Lanterna Verde
Il 27 marzo è morto Mark D. Bright, un rinomato disegnatore americano, all’età di 68 anni. Bright ha lasciato un’impronta significativa nell’industria dei fumetti grazie alle sue collaborazioni con due dei principali editori, Marvel e DC Comics, durante gli anni Ottanta e Novanta.

La carriera di Bright ha preso il via nel 1978 con una breve storia di tre pagine per House of Mystery, una pubblicazione di DC Comics. Tuttavia, è stato il suo lavoro sulla miniserie Falcon di Marvel Comics, scritta da Christopher Priest (all’epoca conosciuto come Jim Owsley), che ha segnato il suo debutto importante nell’industria dei fumetti.

Negli anni successivi, Bright ha contribuito a diverse serie di successo, tra cui Power Man and Iron Fist, Solo Avengers, G.I. Joe, Green Lantern e Action Comics. Tuttavia, è stato il suo lungo ciclo di storie su Iron Man alla fine degli anni Ottanta a catturare l’attenzione dei lettori. Bright ha illustrato alcune delle saghe più iconiche del personaggio, inclusa “La guerra delle armature“, su sceneggiatura di David Michelinie e Bob Layton.

Nel 1997, insieme a Priest, Bright ha creato la serie Quantum and Woody per Acclaim Comics, che ha avuto un buon successo di critica e di pubblico. La serie seguiva le avventure di una coppia di supereroi affiancati da una capra di nome Vincent Van Goat.

Dopo il 2000, Bright si è allontanato dal mondo dei fumetti per concentrarsi sul lavoro come storyboard artist, contribuendo a progetti televisivi, cinematografici e pubblicitari. Tra i suoi lavori più conosciuti in questo campo c’è stato il contributo alla realizzazione del film live action “L’ultimo dominatore dell’aria” di M. Night Shyamalan, basato sulla serie animata “Avatar – La leggenda di Aang“.