Dopo quasi 100 anni Disney perde i diritti di copyright su Topolino

Il primo gennaio 2024 sono scaduti i diritti di copyright su Steamboat Willie, il cortometraggio animato del 1928 che ha segnato l’esordio di Topolino

Dopo quasi 100 anni Disney perde i diritti di copyright su Topolino
Il 1 gennaio 2024 sono scaduti i diritti sul cortometraggio d’animazione Steamboat Willie, considerato l’esordio ufficiale di Topolino e Minni. Il cortometraggio, prodotto dalla Disney e diretto da Ub Iwerks, fu distribuito il 18 novembre 1928. In esso, Topolino interpreta un capitano di battello a vapore che cerca di conquistare il cuore di Minni.

L’entrata nel pubblico dominio di Steamboat Willie significa che chiunque può ora utilizzare il cortometraggio senza dover pagare alcun compenso alla Disney. Ciò include la possibilità di proiettarlo, venderlo o crearne opere derivate.

Tuttavia, questo non significa che Topolino sia ora di dominio pubblico. La Disney detiene ancora i diritti sulla versione del personaggio che appare in tutte le opere successive a Steamboat Willie.

In altre parole, chiunque può ora utilizzare la versione muto, dagli occhi uniti e mingherlina di Topolino che appare in Steamboat Willie, ma non può utilizzare le versioni più recenti del personaggio, come quella che appare nei film di animazione Disney, nei cartoni animati o nei videogiochi.

La Disney ha dichiarato che continuerà a proteggere i diritti sulle versioni più recenti di Topolino. L’azienda ha anche affermato che lavorerà per evitare che l’uso non autorizzato di Topolino e altri suoi personaggi iconici possa creare confusione nei consumatori.

La storia dei diritti di Topolino

I diritti di Topolino sono stati oggetto di una lunga battaglia legale. Walt Disney si era sempre opposto all’entrata del personaggio nel pubblico dominio, e nel 1998 riuscì a ottenere un prolungamento dei termini di copyright negli Stati Uniti da 75 a 95 anni.

Con l’entrata nel pubblico dominio di Steamboat Willie, la Disney ha perso il controllo su una delle opere più importanti della sua storia. Tuttavia, l’azienda continua a detenere i diritti sulla versione più popolare del personaggio, e ha già annunciato che continuerà a sfruttarlo in tutte le sue forme.