Come si diventa un Cosplayer?

Tutti gli step per diventare un vero cosplay: dalla scelta del personaggio migliore a dove trovare i prodotti per costume e trucco

Come si diventa un Cosplayer?
La parola “Cosplay” deriva dall’unione delle parole inglesi “costume” (costume) e “play” (gioco/interpretazione). Il termine sta ad indicare l’attività di “trasformarsi, indossando i panni di un personaggio“. L’arte del Cosplay è nata nel 1939 negli Stati Uniti. Si è, poi, diffusa alla fine degli anni ’90 (soprattutto in Giappone e negli stessi Stati Uniti). Negli ultimi anni è, infine, diventata una passione anche in Europa e in Italia.

Il Cosplayer non si limita a indossare un abito, come farebbe un modello, ma vive il personaggio cercando riprodurne il carattere, i gesti e i modi di fare. Quindi, il Cosplay è immedesimazione di un ruolo (attraverso costume, accessori e azioni).

Per la scelta del personaggio si può optare per manga e anime (soprattutto in Giappone e nei paesi asiatici), per i fumetti in generale, per film e serie tv, videogiochi, libri e pubblicità.

I 10 consigli su come diventare Cosplayer
Trovare il proprio personaggio

I personaggi tra cui scegliere sono infiniti. E’, infatti, possibile scegliere tra personaggi di manga, anime, fumetti, film e serie tv. Oltre ai protagonisti, però, è divertente scegliere anche personaggi secondari. Il consiglio è di scegliere qualcosa che ci identifichi, perché il vero cosplayer deve saper esprimere le movenze e lo stato d’animo di quel personaggio.

Iniziare dalle cose semplici

Esistono costumi semplici ed altri complessi. Se si sceglie di creare tutto in autonomia bisogna valutare con attenzione le caratteristiche del personaggio scelto e del suo costume. Infatti, tra indossare l’armature di Iron Man, il semplice mantello di Superman o il vestito di Lupin III c’è una grande differenza. Bisogna, quindi, andare per gradi, in base alla propria esperienza.

Affidarsi a chi ha esperienza

E’ un’ottima soluzione sia per chi è alle prime armi e desidera un costume di buon livello, sia per i cosplayer esperti che possono trovare però difficoltà nella realizzazione degli accessori più complessi.

Documentarsi con immagini

E’ fondamentale lo studio del personaggio. Bisogna, quindi, guardare più foto possibili, analizzare i dettagli sia del costume che del trucco. Valutare anche le varianti del costume.

Puntare all’originalità

Se si vuole stupire il pubblico già al primo travestimento, bisogna sforzarsi di cercare un personaggio nuovo. Le possibilità tra cui scegliere sono tantissime. Spesso sono apprezzate anche le idee divertenti o le rivisitazioni di costumi più classici.

Non dimenticare il make-up

Uno delle chiavi per un buon cosplay è la completezza. Bisogna, quindi, studiare anche il make-up del personaggio. Se non si è pratici con il trucco, ci sono ottimi truccatori in ogni città (e anche alle fiere comics).

Lista di prodotti fondamentali

Avere i giusti materiali fa la differenza. Un buon trucco permette al make-up di durare più a lungo durante gli eventi, un accessorio realizzato da un professionista donerà qualità invidiabile al costume.
Per costume:

  • Forbici, ago, spilli, metro.
  • Stoffa.
  • Cerniere, bottoni.
  • Gemme, perline.
  • Foam Roller.
  • Pennarelli e lapis.

Per trucco:

  • Supracolor.
  • Spray Fissante.
  • Eyeliner, mascara, ombretto.
  • Matite colorate.
  • Pennelli.
  • Fondotinta, cipria, blush.
  • Protesi (orecchie, nasi, corna, etc.).
  • Colla da teatro per protesi.
  • Solvente per colla.
  • Lenti a contatto colorate.
  • Unghie finte.
  • Ciglia finte.
Prendere ispirazione da cosplayers famosi

Esistono tanti bravi cosplayer in giro per il mondo che pubblicano le loro creazioni più belle. Prendere ispirazione per imparare dai maestri e superarli.

Dare importanza a dettagli ed oggetti aggiuntivi

Oltre al costume, assumono grande importanza anche gli oggetti fisici che accompagnano il costume (ad esempio, lo scudo di Captain America o la campanella di Trilli).

Fare gioco di squadra

Trovare dei compagni e scegliere un travestimento di gruppo (o di coppia). Ad esempio, gruppi di supereroi (Marvel), coppie celebri (la Bella e la Bestia), buono e cattivo (Batman e Joker), famiglie (Simpson).