Perché i personaggi di Rumiko Takahashi non si dicono mai “Ti amo”?

L’autrice Rumiko Takahashi ha risposto su Twitter ad alcune domande dei fan, tra cui “perché i suoi personaggi non si dicono mai ti amo”

Perché i personaggi di Rumiko Takahashi non si dicono mai
Perché i personaggi di Rumiko Takahashi non si dicono mai “Ti amo”? L’autrice Rumiko Takahashi ha risposto su Twitter ad alcune domande dei fan. Una delle domande che le hanno rivolto riguarda una cosa che sta a cuore a moltissimi fan: le relazioni amorose tra le sue coppie di protagonisti.

Infatti, i personaggi di Ranma 1/2, Inuyasha, Lamù e tante altre storie di questa celebre autrice sembrano sempre litigare, e ad essere ad un passo dal confessare il loro amore senza mai metterlo nero su bianco.

Domanda:

I personaggi non si dicono mai chiaramente “ti amo“, ma riescono ugualmente a esprimere ciò che provano. Pensa che sia importante per lei esprimere il legame tra i due protagonisti in questo modo?

Risposta:

E’ solo un mio pensiero, ma ho come l’impressione che, quando i personaggi di un manga si dicono “ti amo”, la loro storia finisca. Perciò, ritengo che sia importante non dire “ti amo” a parole“.

Naturalmente, così facendo, i due potrebbero non capirsi o fraintendersi. ‘Non so che cosa prova nei miei confronti’, in casi come questo, forse il partner potrebbe fare qualcosa per far capire che è innamorato, e questa sarebbe una cosa bella, no?

Si può far capire di essere innamorati anche senza dirlo a parole. Io faccio sempre in modo che i miei lettori capiscano che i due protagonisti provano qualcosa l’uno per l’altra, anche se loro stessi forse non se ne rendono conto“.

E’ pensando a questi schemi per i miei personaggi che passo le giornate“.