Cosplay, quali sono i migliori materiali da usare?

I migliori materiali utilizzati dai cosplayer per creare costumi, armature e altri oggetti

Cosplay, quali sono i migliori materiali da usare?
Uno dei punti fondamentali che spesso crea qualche grattacapo ai Cosplayer, sono i materiali da usare per i propri costumi. Infatti, uno dei nodi principali da risolvere prima di passare alla fase di creazione, è proprio quello della scelta dei materiali.

Scopriamo insieme quali sono i materiali più scelti dai cosplayer e quali risultati è possibile ottenere con ognuno di esso.

I materiali per creare costumi da cosplayer
Foam

Il Foam è un tappetino che viene utilizzato come fondo per le piscine o a volte nelle palestre come materassino per fare Yoga. Per i Cosplayer è il materiale per creare armature. È facile da modellare se viene riscaldato tramite un fono termico (o da un semplice fornello da cucina). Una volta data la forma a questo materiale, esso rimarrà nella sagoma che gli abbiamo dato.

Chiamato anche “materassina“, “gomma crepla“, “schiuma EVA” (Etilene Vinil Acetato), è un materiale plastico a base polietilene. Risulta totalmente impermeabile all’acqua pur mantenendo la propria elasticità e morbidezza.

Anni fa la foam su cui facevano affidamento i cosplayer era quella chiamata “materassina” (venduta in centri bricolage o di materiali edili). In mancanza di questa, ci si poteva arrangiare con la “gomma crepla“, più sottile ed usata nelle scuole per alcuni lavoretti da far fare ai bambini. Oggi, invece, esiste una quantità elevata di tipi di Foam per ogni necessità. In base alla densità della schiuma, la Foam risulterà più rigida e a celle più piccole, per garantire una maggiore facilità di definizione dei dettagli nel taglio.

Generalmente quella più utilizzata è la “Craft Foam“, che risulta essere più economica e morbida, ottima per i novizi che si avvicinano per la prima volta a questo materiale. Se, invece, serve un materiale più rigido e con una superficie più liscia, è consigliabile puntare alle Foam con “CF65“, “CF100” o superiori. Per la facilità con cui si può intagliare, la “Craft Foam” viene usata per creare il grosso delle varie armature o armi (in modo da ottimizzare i costi), mentre per esterno e dettagli si usano la “CF65” o la “CF100“.

Oltre a questi tipi, ne esiste un altro utilizzato in costumi o armi che hanno integrate le luci led: il “plastazote” (o LD45). E’ una foam che viene utilizzata per diffondere le luci all’interno delle proprie creazioni.

Gli attrezzi più utili nella lavorazione della foam, sono taglierini o forbici (in base allo spessore dei vostri fogli), dremel per levigare e pistola ad aria calda per chiudere le celle della foam.

E’ possibile comprare il Foam nei negozi di bricolage, oppure online (ad esempio, su Amazon scrivendo “Eva Foam”).

Worbla

Il Worbla è una resina termoplastica (non tossica). È un materiale più costoso del Foam e può essere comprato soltanto su internet (o in alcune fiere del fumetto), perché in Italia non esistono rifornitori che lo vendono.

Il Worbla ha un unico spessore di circa 1 millimetro e riscaldato può essere incollato su molte superfici. E’, infatti, utilizzato principalmente come copertura di un armatura o arma. Ricoprire la propria armatura o arma in Worbla significa dargli una consistenza più dura.

Esistono diversi tipi di Worbla:

  • Finest Art: è il più utilizzato. E’ di colore marroncino, molto resistente e possiede una texture molto ruvida.
  • Black Worbla: è di colore nero e, a differenza del primo, ha una consistenza più liscia, ma è molto meno appiccicoso, per cui è utile per creare mini decorazioni o piccole sculture sui nostri lavori.
  • TranspArt Worbla: è ottimo se si vogliono inserire led o luci nei propri cosplay, poiché essendo trasparente va a rivestire l’effetto luce applicato, senza coprirlo.
  • Deco Art e Crystal Art: sono venduti sottoforma di pellet (cioè piccole palline di plastica). Si scaldano in una ciotola di vetro con dell’acqua bollente finchè non diventano molli e si uniscono tra di loro. A questo punto si possono modellare con le dita in diverse forme (pietre, cristalli, dettagli di armature).
Crepla

La Crepla è utilizzata per decorazioni, piccoli dettagli e accessori semplici. Questo perché ha uno spessore di circa 1/2mm, e una texture liscia facile da modellare. Si trova in qualsiasi negozio cinese a poco prezzo.

A differenza del Foam o del Worbla è, invece, sconsigliato l’utilizzo per pezzi interi di armature o armi, perché la sua consistenza morbida potrebbe rendere il lavoro fragile e poco robusto.

Stampe 3D

Gli oggetti realizzati con questa tecnica sono tra i più precisi, ma necessitano di una lavorazione successiva alla stampa. Le stampe 3d, infatti, non sono economiche perché richiedono un enorme lavoro prima di avere l’oggetto tra le mani (bisogna passare dalla modellazione a computer alla stampa del pezzo). Quindi, è più facile trovare in vendita i soli modelli in 3d, pronti per essere stampati.

Se si possiede una stampante 3d, basterà far partire la lavorazione e aspettarne la fine, altrimenti bisognerà affidarsi a negozi o privati che mettono a disposizione i propri macchinari per un costo inferiore. Poi, c’è tutta la parte della lavorazione del pezzo grezzo, in base a come è stato realizzato l’oggetto.